Il film “Senza Radici” nella sala del Film Studio di Savona

Comunicato stampa: Il film “Senza Radici” nella sala del Film Studio di Savona.

Dopo il rinvio della proiezione, a causa dell’ “allerta meteo” il 7 novembre u.s, il Film “Senza radici – Noi migranti in una Terra chiamata Italia” di Teo De luigi, torna in Prima Nazionale il 28 Novembre alle ore 21 al Nuovo Film Studio di Savona.

Prodotto dall’Associazione Sciarmùs e dal cineoperatore Ciro Ab Del, “Senza radici” riserva la narrazione solo alla voce dei migranti per raccontare l’abbandono dell’Africa, l’attraversamento del Sahara, la prigionia in Libia, il grande rischio del Mediterraneo, il salvataggio, l’accoglienza nei Cas, negli Sprar, nelle realtà autonome e il periodo di integrazione alla ricerca di un’abitazione e di un lavoro, nonchè i tentativi e le difficoltà a tessere rapporti, non sempre positivi, con gli italiani… per ricostruirsi un’esistenza.

“Senza radici” è un viaggio emozionante e sorprendente, come se allo spettatore venisse consegnato uno specchio per un confronto ravvicinato di vita vissuta, di vite sparse e coscienti, clandestine e integrate, comunque parte di una variegata umanità, che diventa sempre più consapevole di diritti e doveri, che s’incontra e lascia tracce, di solitudine, di esclusione, di fratellanza…”

Il film è dedicato a tutti i volontari di terra e di mare, agli operatori laici e cattolici, alle famiglie che in questi anni hanno salvato, accolto e curato migliaia di vite umane.

I racconti che si susseguono sono di: Bah Saliou, Depadoux Yaoude, Georges Konagang, Aicha Fuamba, Lucky Osa’s Barry, Monique Diarra, Alex Samuel, Moriba Traore, Lad Seye, Hope Olele. Fa eccezione la testimonianza di Alganesch Fessaha, eritrea, fondatrice dell’Associazione Gandy Charity, impegnata a salvare vite umane contro i trafficanti in Libia, in Somalia e in Eritrea.

Teo De Luigi
Email tdlteodeluigi@gmail.com – Cell. 3357267307

Trailer: